Riabilitazione FKT

images-2

(nuove tecnologie utilizzate nel nostro studio)


Per la Riabilitazione ortopedica e neuromotoria presso il nostro studio è stato creato POSTURTA  LAB una nuova struttura che permette una riabilitazione mirata e legata al recupero della corretta postura tramite l’utilizzo di tecnologie computerizzate d’avanguardia in grado di fornire un dato reale e oggettivo rispetto alla condizione motoria e posturale della persona. Tutti i trattamenti sono eseguiti da dottori laureati in fisioterapia.

-
Trattamenti fisioterapici per il recupero dell'articolarità e del tono-trofismo muscolare in conseguenti ad infortuni muscolo-articolari.

- Riabilitazioni post-operatorie.

- Trattamenti riabilitativi per lesioni neurologiche.


La chinesiterapia, definita come "l'arte di guarire che utilizza tutte le tecniche del movimento" comprende un insieme di terapie che utilizzano diversi agenti fisici (acqua, elettricità, onde, calore, ecc.) e che si completano a vicenda a seconda dell'affezione da curare.
Il campo di azione della chinesiterapia si è notevolmente esteso soprattutto negli ultimi anni; essa viene impiegata per numerose malattie, affezioni, deficienze generali o particolari e relativi postumi. Pur essendo una sola disciplina, si tende, per facilità di comunicazione, a suddividere la riabilitazione in
riabilitazione ortopedica e riabilitazione neurologica.

Noi consideriamo la chinesiterapia in un ottica più vasta: il chinesiterapista non si può infatti limitare alle sole tecniche di movimento e deve poter ricorrere con cognizione di causa alle tecniche ausiliarie annesse che le permettono di ottenere la massima efficacia nel trattamento. Tutto ciò deve avvenire naturalmente in una perfetta collaborazione con il medico curante.

.Tecniche di base della riabilitazione

MOBILIZZAZIONI
Le mobilizzazioni comprendono tutti i movimenti praticati volontariamente dal paziente (mobilizzazioni attive) e tutti i movimenti eseguiti da una forza esterna al paziente, ovvero il fisioterapista (mobilizzazioni passive).
Le mobilizzazioni hanno l'obiettivo,da un punto di vista articolare, di prevenire le retrazioni tendinee, da un punto di vista muscolare, di diminuire le contratture e provocare l'allungamento di un gruppo muscolare, da un punto di vista neurologico, di restituire le immagini motorie ed evitare la perdita dello schema corporeo, da un punto di vista circolatorio, di nutrire i tessuti evitando osteoporosi ed edemi da stasi.

RAFFORZAMENTO MUSCOLARE
Il termine rafforzamento muscolare o tonificazione muscolare ha il significato di incrementare o migliorare il tono muscolare. Oggi si insiste nell'impiegare il termine "rafforzamento neuro-muscolare" per accentuare le procedure di apprendimento neuro-motorio presenti in tutte le tecniche di rinforzo isotonico e isometrico. La distribuzione preferenziale in alcuni muscoli delle fibre lente e di quelle rapide orienteranno la scelta del fisioterapista a seconda del fine prescelto nel rafforzamento muscolare: forza, velocità, resistenza o coordinazione.


Torna a ELENCO  TERAPIE


I contenuti e le informazioni di carattere medico e fisioterapico esposte nel presente sito rivestono carattere di mero scopo conoscitivo e non intendono in alcun modo sostituire il parere professionale di un medico o di un fisioterapista .

Via Mons. Zeno Piccinelli 1, PALAZZOLO SULL’OGLIO (BS) - Aperto dal Lunedi al Venerdi dalle 8.00 alle 19.30