Cervicalgie

Eziopatogenesi: le cause del “dolore cervicale” o cervicalgia possono essere molteplici:

• Traumatiche, colpo di frusta post-tamponamento, distrazioni muscolari, ecc.;

• Posturali, tensioni muscolari come ad esempio soggetti che lavorano al computer o alla scrivania;

• Congenite, Alterazioni muscolo-scheletriche;

• Disfunzionali dell’asse endocrino-ormonale, alterazione della funzione tiroidea;

• Somato-emozionali, stress, stanchezza, ecc.

Per quanto concerne quest’ultimo punto, si è visto come soggetti particolarmente emotivi o stressati sviluppino con maggior frequenza uno stato di algia cervicale probabilmente indotto da una eccessiva tensione muscolare.


Sintomatologia: sensazione di pesantezza accompagnata da dolore muscolare della regione cervicale, contrattura del muscolo trapezio, limitazione articolare nei movimenti, sindrome vertiginosa, sensazione di formicolio alle mani (probabile protrusione discale), ecc. A volte anche difetti occlusali tra le due arcate dentali o difetti oculari di strabismo o di accomodazione possono scatenare cervicalgie acute.


Terapia: il primo approccio è, nella quasi totalità dei casi, di tipo conservativo e riabilitativo. 

- Nella prima fase si effettua la TERAPIA con OZONO  senza aghi SORAZON,  a volte è utile associare la Massoterapia o la Tecarterapia. 

- Nella seconda fase,  dopo un’attenta valutazione del singolo caso tramite un Esame Posturale Computerizzato, si valuterà una terapia riabilitativa con una Ginnastica Postulare mirata e personalizzata



Torna a Colonna Vertebrale

I contenuti e le informazioni di carattere medico e fisioterapico esposte nel  presente sito rivestono carattere di mero scopo conoscitivo e non intendono in alcun modo sostituire il parere professionale di un medico o di un fisioterapista.

Via Mons. Zeno Piccinelli 1, PALAZZOLO SULL’OGLIO (BS) - Aperto dal Lunedi al Venerdi dalle 8.00 alle 19.30