Lombalgia


Eziopatogenesi: sicuramente è il dolore muscolo-scheletrico più diffuso. Le cause sono le più svariate e possono avere differenti origini; distinguiamo:

• Origine Vertebrale (congenita o acquisita);

• Origine Extravertebrale (muscolare, meningea, viscerale)

La più comune forma rimane comunque quella di origine discale e quella provocata da un artrosi vertebrale. Bisogna comunque fare una diagnosi differenziale con la lombosciatalgia, nella quale vi è un’irritazione del nervo sciatico.


Sintomatologia: rigidità articolare soprattutto la mattina e la sera nella regione lombare, dolore che si accentua generalmente nella posizione seduta, difficoltà nei movimenti in flessione della colonna e a volte deficit motorio. La patologia può insorgere in seguito ad un trauma o dopo uno sforzo fisico (sollevare un peso), ma può manifestarsi anche in maniera subdola senza una causa precisa (vizi posturali).


Terapia: il primo approccio è, nella quasi totalità dei casi, di tipo conservativo e riabilitativo. 

- Nella prima fase si effettua la TERAPIA con OZONO  senza aghi SORAZON,  a volte è utile associare la Massoterapia o la Tecarterapia. 

- Nella seconda fase,  dopo un’attenta valutazione del singolo caso tramite un Esame Posturale Computerizzato, si valuterà una terapia riabilitativa con Ginnastica Postulare mirata e personalizzata



Torna a Colonna Vertebrale

I contenuti e le informazioni di carattere medico e fisioterapico esposte nel  presente sito rivestono carattere di mero scopo conoscitivo e non intendono in alcun modo sostituire il parere professionale di un medico o di un fisioterapista.

Via Mons. Zeno Piccinelli 1, PALAZZOLO SULL’OGLIO (BS) - Aperto dal Lunedi al Venerdi dalle 8.00 alle 19.30