Dito scatto


DITO A SCATTO

Eziopatogenesi: la definizione esatta è Tenosinovite Stenosante delle guaine tendinee dei flessori delle dita. In altri termini, è un’infiammazione del tendine flessore dovuta a stress e/o traumi; ciò provoca un ispessimento del tendine che non riesce più a scorrere nella sua guaina. Il restringimento della guaina strozza il tendine, che a monte dell’ostacolo si dilata formando un nodulo che ne impedisce lo scorrimento provocando il “classico scatto”.

Sintomatologia: inizialmente può apparire come un indolenzimento alla base del dito con la formazione di un piccolo nodulo sul decorso del tendine. Tipico dell’affezione è il blocco in flessione del dito con estensione dello stesso difficoltosa, brusca e dolorosa. Il bloccaggio, che spesso è accompagnato dal dolore, è più frequente al mattino.

Terapia: prima di intervenire chirurgicamente con la liberazione del tendine, è consigliabile, visti gli ottimi risultati ottenuti, seguire una terapia conservativa basata sul trattamento con SEQEX terapia che spesso risolve definitivamente il problema.


Torna a Mano

I contenuti e le informazioni di carattere medico e fisioterapico esposte nel  presente sito rivestono carattere di mero scopo conoscitivo e non intendono in alcun modo sostituire il parere professionale di un medico o di un fisioterapista

Via Mons. Zeno Piccinelli 1, PALAZZOLO SULL’OGLIO (BS) - Aperto dal Lunedi al Venerdi dalle 8.00 alle 19.30